All newsAltri eventiCalcioCalcioCalcio.Internazionalehome pageIstituzione e AttualitàSponsorshipSport BusinessSport FederazioniStadi di calcioUEFA

Albania europea grazie al calcio. Cresce il prodotto della Nazionale

(di Endrit Sauku)* – Una volta molti albanesi tifavano l’Italia nei Mondiali, oggi la nazionale giocherà a Scutari contro quella del mister Ventura. Lo stadio Loro Boriçi è molto piccolo per tutti i tifosi presenti nel Paese, appena 17 mila posti, ma sarà una “bomboniera” infuocata a livello di passione. Molte cose sono cambiate negli ultimi anni. In Albania sono arrivati allenatori italiani, prima Beppe Dossena, poi Gianni De Biasi, che ha qualificato i “Kuqezinjtë” (i rossoneri) agli Euro 2016, e ora è arrivato Christian Panucci (ex calciatore e commentatore per SkySport e ora per Mediaset Premium).

L’ex giocatore di Milan, Real Madrid, Inter, Roma e Parma vuole ripetere le prestazioni di De Biasi. L’obettivo è Euro2020 (il primo campionato europeo itinerante). Christian Panucci è arrivato lo scorso mese di luglio, 4 partite per conoscere la squadra. Finora ha nel carnet solo una vittoria con il Liechtenstein, un pareggio con la Macedonia ed una sconfitta (per 3-0) con la Spagna.

L’ultima sfida, quella con l’Italia  la vogliono vincere, per finire terzi nel gruppo, oltre che per orgoglio. La nazionale albanese sta attirando l’attenzione dei media, dopo la qualificazione negli europei di Francia. Non è più considerata un’outsider. Molti giovani giocatori sono arrivati rispetto a quella esperienza calcistica in ambito continentale. In sintesi il calcio nazionale sta crescendo.

Il FK Skënderbeu sta facendo bene nei gruppi di UEFA Europa League, un esempio da seguire anche per altri club. Si investe anche nelle infrastrutture sportive. Dopo la ricostruzione degli stadi di Elbasan e Scutari, ora si sta lavorando nella capitale del Paese. A Tirana stanno costruendo il nuovo stadio da 22 milla posti, che sarà pronto alla fine de 2018. Un gioiello che sta sorgendo dalle rovine del vecchio stadio Qemal Stafa. Unico neo in questo processo di crescita globale: la candidatura per accogliere la finale della Supercoppa europea nel 2019 non è stata approvata dai vertici dell’Uefa. Ma in Albania non si arrendono, ci vogliono riprovare. E stasera c’è l’Italia, per fortuna qualificata, ma gli azzurri si giocano (con la vittoria) un posto tra le 4 teste di serie, per i playoff che portano ai Mondiali di calcio di Russia2018.

  • giornalista sportivo e commentatore albanese

 

Previous post

Union Bank al fianco dell'Albania nel match clou con l'Italia

Next post

Il mercato delle scommesse sportive pari al giro d'affari della Coca-Cola nel mondo

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *