All newsAltre LegheAltri eventiCalcioCalcio.InternazionaleFederazioni EstereFederazioni ItalianeFormazione&Convegnihome pageIstituzione e AttualitàSerie A - Serie BSerie BSport Business

La Lega B apre al mercato giapponese. Incontro ufficiale a Tokyo con la J-League

(dall’inviato – Sendai – Marcel Vulpis) – Nella giornata di ieri la Lega B, rappresentata da Enrico Franchi (responsabile Area Competizioni)  ha partecipato a Tokyo ad un incontro ufficiale con Lega professionistica giapponese (J-League).

Il meeting si è svolto alla presenza di Takeyuki Oya (General Manager, responsabile delle relazioni internazionali e AFC Commissioner), di Washington Altini (coordinatore della tournée di B Italia in Giappone), di Toru Oikawa (Direttore del dipartimento Cultura e Sport della Città di Sendai che sarà presente in Italia, a fine ottobre, con alcune squadre femminili giapponesi di pallavolo) e Koichi Hasegawa (Sport Coordinator di IUP – International mutual understanding promoter).

Questo primo incontro ha portato ad una reciproca conoscenza, ad una panoramica sulle attività delle due rispettive leghe (la J-League gestisce i due campionati professionistici di prima e seconda divisione, oltre alla terza serie semiprofessionistica).

Nello specifico la lega tricolore ha illustrato nel dettaglio il progetto “B Italia”, il suo significato e la collaborazione, a livello federale, con le varie nazionali giovanili. L’attenzione si è poi concentrata sulla grande esperienza di sport e cultura, vissuta dai ragazzi italiani a Sendai, nella speranza di poter iniziare un percorso congiunto, partendo da una collaborazione non solo sportiva. L’intenzione è di arrivare a stabilire reciproci impegni, esigenze ed obiettivi, sviluppando incontri amichevoli annuali.

Tra i temi trattati anche la possibilità di stage tecnici in Italia per allenatori o arbitri, con l’obiettivo di trasmettere modelli europei di lavoro e preparazione, oltre che le esperienze tecniche/modalità di allenamento.

La J-League infatti sta puntando con forza sulla formazione dei propri tecnici all’estero, per poi farli rientrare in patria ad allenare i club di prima e seconda divisione. Lo step successivo sarà eventualmente la firma di un memorandum di cooperazione.Tra le diverse attività della Lega B non si è parlato non solo della rappresentativa, ma anche dei progetti che da sempre caratterizzano la Lega (BSolidale e BFutura, per esempio, e oggi anche l’organizzazione del campionato Primavera 2) oltre all’attenzione ormai fondamentale rivolta ai social e alle attività di “connessione” con i tifosi.

foto a 4: da sin. verso destra – Washington Altini (coordinatore della tournée di B Italia in Giappone) – Toru Oikawa (Direttore del dipartimento Cultura e Sport della Città di Sendai – Takeyuki Oya (General Manager, resp. delle relazioni internazionali e AFC Commissioner) – Enrico Franchi – resp. Area Competizioni Lega B

foto a 3: da sin. verso destra – Takeyuki Oya (General Manager, resp. delle relazioni internazionali e AFC Commissioner), al centro – Washington Altini (coordinatore della tournée di B Italia in Giappone) e Enrico Franchi – resp. Area Competizioni Lega B.

 

Previous post

La B Italia si immerge nella cultura e tradizione giapponese

Next post

Il drammatico costo dell'inattività fisica in Europa

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *